Domus

Simon d'Exéa (1983, Parigi) da più di dieci anni porta avanti una ricerca artistica basata sulla fotografia. Dopo aver iniziato nel 2002 con l'immagine analogica, affascinato dai vapori alchemici della camera oscura, ha ben presto deciso di dedicarsi interamente a questo mezzo espressivo.  Il percorso formativo di d'Exéa, a contatto con grandi esponenti del contemporaneo, rivela alcuni dei tratti fondamentali nella sua poetica, in primo luogo il rapporto strettissimo con l'arte, che determina un interesse per la realtà che supera l'oggetto e la sua estetica, per andare al senso nascosto dietro di esso; in secondo luogo una grande attenzione per le qualità tecniche del dispositivo usato. In particolare l'approccio analogico alla fotografia e l'esperienza con il banco ottico, costituiscono degli elementi tutt'ora vivi nella fotografia di d'Exéa, nella misura in cui, pur usando una macchina fotografica digitale 35mm, egli compone le sue immagini mantenendo le proporzioni del medio formato tipiche del banco ottico. Mentre l'esperienza della camera oscura ritorna nella fase di post-produzione delle immagini, che l'artista cura personalmente, e che nella sua ottica rappresenta un importante momento di riflessione sul lavoro svolto.

La fotografia di d'Exéa artisticamente parlando è caratterizza da un ossimoro, le immagini da lui create sono di ampio respiro ma i soggetti su cui si concentra sono dettagli solitamente invisibili all'occhio assuefatto dalla vita moderna. Protagonisti dei suoi lavori, sono, dunque, quei particolari su cui il nostro occhio non si sofferma mai a riflettere, ma che attraversa quasi inconsciamente. Per l'autore la chiave del contemporaneo risiede nelle piccole cose e solo conferendo ad esse nuovo valore, si può ricreare una poetica del quotidiano.

In particolare nella serie Domus qui presentata in anteprima assoluta, in attesa della mostra Mys-sing Things del prossimo 30 ottobre, in palazzo Velli, Trastevere, l'autore riesce a trovare la poesia e la monumentalità senza varcare la soglia della sua abitazione privata, soffermandosi sugli angoli remoti, sugli interstizi polverosi o la crepa, quasi invisibile, in un muro. Attraverso il filtro delicato della sua macchina fotografica d'Exéa trasforma tali particolari in paesaggi astratti, quasi metafisici. Lo spettatore di fronte a queste immagini vive una sensazione di dejà-vu e straniamento, perché di primo acchito non riconosce, attraverso la coscienza e la razionalità, il soggetto rappresentato, pur conservandone una traccia interna e dunque provando subito un impeto di dimestichezza nei confronti delle stesse.

Questa serie fotografica delinea un salto nella ricerca artistica di Simon d'Exéa, dato dal calore nuovo che la caratterizza e compone un racconto intimo, che narra il mondo dell'artista, espresso, in particolare, dall'unico scatto senza volumi apparenti. La fessura al centro di esso costituisce "una cicatrice rimarginata ma pur sempre presente" che racconta come il fotografo attraverso questo lavoro, venuto fuori spontaneamente, senza il bisogno di addomesticare lo spazio, abbia trovato il modo di riappacificarsi con la propria casa interiore, con quei dettagli armonici e domestici che fin da ragazzo costituivano per lui un punto fermo su cui far scivolare lo sguardo, per appoggiarvi il pensiero oltre l'interlocutore che aveva di fronte.
Domus  traccia una poetica del quotidiano, in bilico con l'astrazione, e trascende il dettaglio materiale per offrirne un'interpretazione assolutamente nuova e suggestiva, attraverso la scoperta di un punto di vista "altro" che rimanda al mondo dell'infanzia, ad un universo intimo e segreto, inducendo così il visitatore ad adottare il punto di vista proposto e a mettere in discussione i parametri consueti secondo cui esperisce la realtà che lo circonda.

Ludovica Palmieri       

Simon d'Exéa Photographer – Contemporary art, Architecture, Fine art, Still life, Portrait, Wedding, photography

Simon d'Exéa Photographer – Contemporary art, Architecture, Fine art, Still life, Portrait, Wedding, photography

Simon d'Exéa Photographer – Contemporary art, Architecture, Fine art, Still life, Portrait, Wedding, photography

Simon d'Exéa Photographer – Contemporary art, Architecture, Fine art, Still life, Portrait, Wedding, photography

Simon d'Exéa Photographer – Contemporary art, Architecture, Fine art, Still life, Portrait, Wedding, photography

Simon d'Exéa Photographer – Contemporary art, Architecture, Fine art, Still life, Portrait, Wedding, photography